il bouquet e la sua sposa

il bouquet e la sua sposa

Se stai pensando di sposarti bisogna incominciare adesso, ci sono molte cose a cui rendere conto, tra queste spicca anche il bouquet della sposa, accessorio romantico ed inconfondibile di tutte le spose del mondo.

Sapevate che anche nella scelta del bouquet, ci sono delle regole e delle proporzioni di cui tener conto?, come ad esempio, abbinare il bouquet al vostro abito da sposa, considerando la  forma del tuo corpo, la vostra personalità e sopratutto lo stile della vostra cerimonia, ma c’è anche da considerare la location, il colore, tutto deve avere un filo conduttore.

Da non sottovalutare… dopo l’abito che indossate, tutti guarderanno il tuo bouquet di fiori.

 

Vediamo quali sono le regole fondamentali per la scelta del bouquet perfetto:

Le Proporzioni:  sono fondamentali, possono fare la differenza dell’abito.

Partendo da una silhouette minuta, andrà associato un bouquet piccolo, grazioso, se lo faremo troppo ampio, grande, si vedrà solo il bouquet e la sposa scompare.

Mentre per una figura imponente andrà abbinato una composizione floreale più ampia e decisa, che rispetti le proporzioni.

 

 

 

 

Ad ogni abito il suo bouquet di fiori

L’abito stile Impero: con questo stile di abito sceglieremo un bouquet a cascata, perchè il movimento dei fiori verso il basso bilancia il corpetto dalla vita alta, creando così proporzione tra le due cose.

L’abito a sirena: predilige un bouquet tondo, andrà così ad enfatizzare  la zona dei fianchi, creando più sinuosità nell’insieme e dando un pizzico di femminilità per via della sua forma sferica.

L’abito a tubino e  abiti dalla linea scivolata: si accosteranno molto bene  a mazzolini di fiori piuttosto semplici, seguendo una linea pulita ed essenziale.

L’abito dalla gonna ampia: richiede una composizione piuttosto importante e tondeggiante, seguendo così la linea dell’abito stesso e mantenendo le proporzioni.

 

 

 

 

 

Alla scelta del bouquet di fiori molte mie clienti mi chiedono come devono tenerlo  tra le mani, sembra una stupidata finche non ci si sofferma a pensare a questa cosa.

 Va tenuto con la mano sinistra, mentre la destra sarà tenuta sotto il braccio del padre che l’accompagna all’altare. Mentre alla fine della cerimonia la sposa uscira dalla chiesa alla destra del marito, reggendo il bouquet nella mano destra.

Il braccio che reggerà il bouquet di fiori, va appoggiato all’anca con delicatezza, fate attenzione ad non assumere una postura rigida, dovete trovare il vostro punto di comodità.

  Molta attenzione anche a come portate il bouquet di fiori, se è troppo in alto, rischiate di farlo  sembrare un cono di gelato.

 

Tra i tanti tipi di bouquet alternativi ce n’è uno molto particolare: il bouquet da polso, anche detto  corsage da polso. Di solito i fiori da polso sono usati dalle damigelle, ma ultimamente si iniziano a vedere sempre più spesso anche i bouquet da polso per le testimoni o per le madri degli sposi.

Può essere una cosa carina…di solito i corsage sono coordinati con il bouquet della sposa.

 

 

Il galateo del bouquet di fiori:

Dovrebbe essere lo sposo a regalarlo alla sposa, ma sarà lei a sceglierlo in base all’abito che indosserà. Dopo la cerimonia, la sposa lo dona all’amica più cara ancora nubile, oppure lo lancia ad  un gruppetto.

Per il bouquet è preferibile scegliere dei fiori di stagione, in modo che siano più resistenti al clima e abbiano, quindi, maggiore durata.

Le spose più romantiche e tradizionaliste non dimentichino di far aggiungere qualche fiore d’arancio, simbolo di fertilità.

 

 

 

Sonia Chirico

Image Consultant

        &

Bridal Styling

 

No Comments

Leave a Comment